Comoda autocostruita per accedere al bagno

PROBLEMA:  R. amputata di arto inferiore, si sposta nel suo piccolo appartamento con la carrozzina. Il bagno per le ridotte dimensioni della porta non è accessibile. Nessuna comoda con le ruote ha le dimensioni adatte.
SOLUZIONE:  La figlia compra 4 ruotine in un supermercato di hobbystica e le fissa sotto i piedi di una delle sedie della cucina che ha le dimensioni per entrare in bagno

Jpeg

Jpeg

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone
(0/5)0

L’idea è quella di usare vecchie lenzuola e vecchi asciugamani grandi, tipo doccia per capirsi, in cotone, possibilmente non troppo colorati. Opportunamente tagliati della misura giusta (le lenzuola, gli asciugamani doccia possono già andar bene come misura) e orlati, diventano utilissime traverse rimboccabili. Una volta usate, si lavano in lavatrice; essendo in cotone sopportano anche temperature elevate così si “disinfettano” se serve… et voilà le traverse riciclate!
I costi? Il tempo di tagliare/orlare le lenzuola, e poi ci si organizza con le lavatrici come di consueto….praticamente traverse a costo zero. I più “anziani” si ricordano sicuramente che qualche decina di anni fa non esistevano i pannolini usa-e-getta come oggi per i bimbi e si usavano i famosi “ciripà”, appunto da lavare e riusare come tutta la biancheria: perchè non riprovarci anche con gli adulti?

 

Idea proposta da Laura Daveggia

 

traversine

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone
(0/5)0

“Cassetta da letto”

PROBLEMA:  Una persona con sclerosi multipla e quadro di tetraparesi ama leggere a letto la sera, prima di addormentarsi, ma non riesce a tenere il libro sulle gambe e girare le pagine. Un leggio

in plastica acquistato ad un ipermercato non risolve totalmente il problema perchè in caso di

cloni anche il leggio scivola giù dalle gambe.

SOLUZIONE: Una cassetta da frutta in plastica (materiale leggero e lavabile) viene opportunamente sagomata con una forbice da lavoro in modo da poterla mettere “a ponte” sopra le gambe. Sulla cassetta è stato fissato il leggio con del tondino metallico. In tal modo L’effetto destabilizzante dei cloni viene diminuito/annullato e la persona può utilizzare le mani per tenere fermo il libro e girarne le pagine.
Il costo sono i pochi euro del leggio acquistato all’ipermercato, dato che le cassetta al mercato della frutta viene gettata nelle immondizie!
Idea proposta da Laura Daveggia
cassetta
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone
(0/5)0

Ausilio proposto da Christian Mura

L’ausilio proposto è una modifica derivante dalla “classica” sacca per urina.
Lo scopo è realizzare un sistema DI EMERGENZA, portatile ed economico, utile ad esempio quando siamo fuori casa ( viaggio, lavoro, sport,…), e “ci siamo dimenticati /abbiamo finito / non siamo in grado di procurarci in tempi brevi ” una sacca per le urine.
In questo caso, con l’ausilio a disposizione, dobbiamo solo procurarci una bottiglia d’acqua o bibita ( es. da bar, negozi o distributori automatici ).
Infatti, cosa hanno in comune la maggioranza delle bottiglie in plastica? Un tappo con una vite a passo “standard” e perciò fra loro intercambiabile. Una volta utilizzata la bottiglia

( con l’urina all’interno ) può essere chiusa con il suo tappo e trasportata in maniera sicura in attesa dello smaltimento.

 

foto ausilio Christian Mura 1

 

foto ausilio Christian Mura 3

 

foto ausilio Christian Mura 4

 

foto ausilio Christian Mura 5

 

foto ausillio Christian Mura 2

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone
(0/5)0